Le Sfilate 

Focus sulle Pellicce    

PELLICCE E SHEARLING PROTAGONISTI DEL PRÊT-À-PORTER AUTUNNO INVERNO 2016: I MATERIALI NATURALI CARATTERIZZANO IL 70% DELLE COLLEZIONI

 

Pellicce e shearling: presenza significativa alle principali settimane della moda. Nell’insieme questi materiali naturali hanno caratterizzato circa il 70 % delle Collezioni Autunno Inverno 2016. Anche nelle collezioni maschili  presentate in precedenza, gli articoli in pelliccia hanno giocato un ruolo di grande rilievo, a chiara dimostrazione che sempre più stilisti e consumatori amano utilizzare e indossare materiali naturali.

Dai cappotti estremamente vistosi di BCBGMAXAZRIA e Michael Kors alla raffinata maestria artigianale di Carolina Herrera: 91 dei 156 stilisti (58%) presenti alla Settimana della Moda di New York hanno creato con le pellicce splendide collezioni. Coach 1941 ha proposto una pelliccia oversize che richiamava un capo simile della collezione maschile autunno-inverno 2016, mentre DKNY ha realizzato un abito a canotta, morbido e scintillante,  in pelliccia nera.


Sebbene a Londra si siano viste meno pellicce che a Parigi, Milano e New York, la preferenza verso i materiali naturali è comunque in crescita: 37 dei 79 stilisti (47%) hanno incluso pellicce e shearling nelle loro collezioni, in controtendenza rispetto alle cifre riportate dalle associazioni animaliste. Si tratta senz’altro di un aumento rispetto alle precedenti collezioni autunno-inverno 2015 che, secondo un’indagine di TNS, hanno visto l’utilizzo della pelliccia da parte del 20% dei fashion designer. Di particolare spicco i capi in pelliccia dalle linee essenziali e allungate di Roksanda e i cappotti di Christopher Kane: pellicce stravaganti ma destrutturate.  A dominare la scena è stato però il ritorno a Londra di Alexander McQueen, dopo 15 anni di assenza. La collezione di McQueen offre un immaginario paesaggio surrealista: cappotti in pelle scivolati su cui si stagliano farfalle ricamate a creare una semplice cornice per i revers in pelliccia, ampi ma discreti.  


Tuttavia è alla Settimana della Moda di Milano che pellicce e shearling hanno davvero dominato: questi materiali sono stati scelti da 55 stilisti sui 65 presenti (85%) per creare splendidi capi;  dalla pelliccia corta rosa oversize e i mocassini bordati di pelo di Gucci ai cappotti lunghi e drappeggiati d’ispirazione gotica e le mantelle dai dettagli elaborati di Roberto Cavalli.  Numerosi stilisti hanno utilizzato la pelliccia come elemento caratterizzante delle loro collezioni: Fendi, Gucci e Prada con questo versatile materiale hanno realizzato polsini, cappotti e accessori per un numero elevato di creazioni.

La settimana conclusiva di Parigi ha visto le pellicce giocare un ruolo importante in tutta l’ampia serie di collezioni degli stilisti francesi: 52 designer su 92 (55%) si sono avvalsi di questo materiale. La parola d’ordine nella capitale francese è stata ‘oversize’ con protagonisti quali Chloé, Lanvin e Rochas che hanno trasformato le pelli in lunghi cappotti dalle linee fluide e vaporose per un look da città ‘grintoso’, pronto ad affrontare qualsiasi condizione atmosferica.

 

 

 

Pellicce e shearling: presenza significativa alle principali settimane della moda. Nell’insieme questi materiali naturali hanno caratterizzato circa il 70 % delle Collezioni Autunno Inverno 2016. Anche nelle collezioni maschili  presentate in precedenza, gli articoli in pelliccia hanno giocato un ruolo di grande rilievo, a chiara dimostrazione che sempre più stilisti e consumatori amano utilizzare e indossare materiali naturali.